01 settembre 2016

Danza propedeutica

Il corso si propone di avvicinare i bambini al mondo della danza e della musica con un’attività motoria e ritmica.

I bimbi saranno coinvolti in un’esperienza in grado di sviluppare le potenzialità fisiche e musicali anche attraverso un’attività dal carattere ludico-espressivo.

Non solo movimenti ginnici, ritmi musicali e movimenti nello spazio, ma anche esercizi di coordinazione e prime lezioni base di danza classica.

Con la propedeutica alla danza è anche possibile l’esplorazione dei movimenti che, accompagnati dalla musica, i piccoli riescono a compiere. Tutto questo favorisce la coordinazione e l’esplorazione dello spazio circostante. Per eseguire i vari esercizi è necessario imparare a gestire ed a condividere gli spazi con gli altri bambini, senza scontrarsi e contemporaneamente coordinare i movimenti del corpo.

Attraverso questi primi elementari esercizi di danza, quasi inconsciamente, i piccoli acquisiscono una capacità respiratoria ed un equilibrio corporeo nuovi, importanti per il loro sviluppo fisico e per prevenire quei problemi che, di solito, la sedentarietà, la postura inadatta durante la lezione, a scuola ed a casa, potrebbero accentuare.

Inoltre, altro aspetto fondamentale, è la stimolazione delle capacità di concentrazione.  I bambini devono osservare bene gli esercizi che poi, una volta memorizzati, devono ripetere seguendo il ritmo della musica. I bambini che attivano queste peculiarità si troveranno facilitati all’ingresso della scuola elementare, faticando meno ad ascoltare per tante ore le insegnanti e ricordando con più facilità la lezione.

Inoltre la danza potenzia le capacità espressive. I bambini non possiedono ancora una capacità linguistica tale da riuscire ad esprimere i propri sentimenti; spesso sia gli insegnanti che i genitori usano altri strumenti per indagare questo aspetto: il disegno, le fiabe, le rappresentazioni.

La danza, in questo, è mezzo elettivo per permettere al bambino l’espressione di ciò che sente e, nello stesso tempo, per iniziare ad elaborarlo. Il movimento del corpo, ritmato da alcune musiche, permette la manifestazione di emozioni e stati d’animo che, altrimenti, rimarrebbero latenti.

Inoltre, la disciplina che seppur minima, l’insegnante trasmette ai bambini, consente a quelli più vivaci di rispettare i tempi scanditi dalla musica e dagli esercizi ed ai bambini più timidi la capacità di sperimentare le proprie doti all’interno di un progetto di gruppo dove ciascuno ha un ruolo determinante nel raggiungimento dell’obiettivo finale.

Infine, la danza propedeutica è utile per introdurre il bambino nel mondo della musica. Ascoltando le melodie i piccolini imparano a distinguere i vari strumenti, comprendono i ritmi; aspetto importante che aiuta il bambino a capire ed ascoltare la differenza anche dei vari rumori della natura, a distinguere i suoni.  Solo successivamente, con la scuola elementare, si passa dalla propedeutica ai corsi di danza veri e propri. Indipendentemente dalla scelta del bambino di continuare questa disciplina, si ricorderà questo periodo con gioia ed entusiasmo, pieno di scoperte nuove e amici con cui aver sperimentato giochi musicali e divertenti.